Se anche tu, come me, hai cercato un metodo per localizzare un iPhone, non ti preoccupare: fai semplicemente parte di quella moltitudine di persone che in un modo o nell’altro hanno sviluppato questa necessità.

D’altronde basta guardarci attorno: sia che il telefono venga utilizzato per lavoro, per parlare con i propri cari e amici o semplicemente per perdere tempo su un social network, la verità è che abbiamo quasi sempre il nostro cellulare con noi.

Ci sentiamo persi se non sentiamo la sua forma familiare nella tasca o se non lo troviamo nella borsa, in quanto all’improvviso siamo isolati dal mondo esterno.

Questa sorta di “dipendenza” dal nostro smartphone ci viene in aiuto nel caso in cui si provi ad attuare una localizzazione dell’iPhone: questa funzione, che sfrutta il sistema GPS integrato del telefono, può essere usata in diversi metodi e in seguito andremo a vedere le circostanze più comuni in cui ci si chiede come localizzare un iPhone e i metodi a nostra disposizione per farlo.

Personalmente, ho avuto questa necessità più volte e per motivi diversi, quindi vedere i casi tipici può essere solo utile nel nostro caso.

Perché localizzare un iPhone?

Come ho detto in precedenza, ci possono essere diversi motivi per cui una persona può sviluppare questa necessità. Vediamo insieme i casi tipici per poi analizzarli nel dettaglio:

  • Telefono smarrito
  • Controllo familiare
  • Problemi di coppia
  • Tracciamento su lavoro

Ovviamente possono esserci molti altri casi in cui risulta essere necessario localizzare un iPhone, ma questi nella mia esperienza sono i più comuni. Per questo motivo andiamo a scoprire ognuno di essi.

Localizzazione per smarrimento

Il rovescio della medaglia dell’avere sempre lo smartphone in mano è quello che, spesso e volentieri, lo lasciamo appoggiato in giro. Non so a te, ma a me capita continuamente di andare in un posto con il telefono in mano e tornare indietro senza.

Fortunatamente nella maggior parte delle volte te ne accorgi immediatamente ed è sufficiente tornare sui tuoi passi per trovarlo, ma talvolta non siamo così fortunati.

E dato che gli smartphone moderni possono tranquillamente costare una fortuna, avere la possibilità di rintracciarli è sempre una garanzia su cui puntare.

Talvolta non siamo neanche noi a perderlo: pensiamo ai nostri figli. Magari diamo loro uno smartphone affinché possano parlare con i loro amici e rimanere in contatto con noi, e loro finiscono con il perderlo.

E parlando di figli, il prossimo caso “studio” è proprio legato a loro.

Localizzare l’iPhone del figlio

localizzazione iphone

As we said earlier, there may be two cases in which the desire to geolocalize our child’s phone arises: the first is linked to loss, so as not to have to buy a new one.

Il secondo è quello legato alla sua sicurezza: i ragazzi e le ragazze, crescendo, comunicano sempre meno con i propri genitori e cercano una propria libertà.

Tutto giusto e doveroso, ma talvolta questa mancanza di comunicazione può esporre i nostri figli a dei pericoli: non sono purtroppo rare le notizie di sfide pericolose che coinvolgono i più giovani.

Per questo molti giocatori cercano un metodo su come localizzare un iPhone di nascosto, così da poter vivere una vita più tranquilli.

Immaginate che vostro figlio esca la sera e rimanga a dormire da amici: non hai idea di dove sia e cosa stia facendo, pensiero che molto spesso basta a tenere svegli anche i genitori più rilassati. Immagina quindi di poter localizzare il telefono e verificare che si trova in casa dell’amico, al sicuro da tutti i pericoli esterni.

Ecco perché i genitori sono i primi a cercare dei metodi di geolocalizzazione.

Localizzare l’iPhone del compagno

Se l’affetto è uno dei principali moventi per coloro che cercano un metodo su come localizzare un iPhone di nascosto, le coppie non potevano essere esenti da questa pratica.

La gelosia e il sospetto sono i principali nemici di ogni relazione sana e purtroppo quando si sospetta che il proprio partner ci stia tradendo, non è neanche facile affrontare questa discussione.

Possiamo effettivamente fidarci delle parole di una persona che ci sta potenzialmente tradendo? E nel caso in cui i nostri sospetti non fossero fondati, vogliamo davvero correre il rischio di ferire il proprio compagno/a?

Ecco perché molte persone, preda del dubbio, cercano un metodo online che permetta loro di tracciare gli spostamenti di uno specifico telefono. Sta facendo tardi a lavoro? Sarebbe bello poter verificare se si trova effettivamente in ufficio. Va davvero in palestra tutti i giorni o è solo una copertura?

Talvolta basterebbe vedere la sua posizione per avere immediatamente una conferma. Sebbene sia chiaro che una corretta comunicazione sia da preferire, talvolta ci sentiamo come se non ci venga lasciata altra scelta.

Tieni d’occhio i tuoi mezzi

Infine una terza categoria è sicuramente quella dei datori di lavoro. Soprattutto nei settori in cui si gestisce lo spostamento di merci e consegne, poter verificare in ogni momento dove si trova un mezzo diventa essenziale, così da capire il motivo di un possibile ritardo o di una mancata consegna.

Inoltre anche in questo caso diventa importante rintracciare un dispositivo aziendale, nel caso in cui questo venga smarrito.

Ecco perché un datore di lavoro potrebbe avere la necessità di sfruttare la localizzazione.

Come localizzare un telefono: GPS sempre attivo?

Una cosa è cambiata in modo quasi impercettibile nel corso degli anni ed è l’integrazione del GPS: se un tempo venivano avvisati che il GPS consuma batteria e traffico dati, motivo per cui veniva attivato solo quando necessario, oggi è facile trovare sempre più smartphone che abbiano questa funzione sempre attiva.

Certo, è ancora possibile disattivarla, ma quasi nessuno lo fa poiché al giorno d’oggi consuma talmente poca batteria e viene utilizzata da talmente tante applicazioni che non conviene farlo.

Pensiamo infatti ai navigatori satellitari, che ovviamente utilizzano il GPS, ma anche WhatsApp che permette di condividere la posizione, il sistema di news che ti mostra le notizie del luogo, giochi come Pokémon GO e molto altro ancora.

La normalità è diventata avere sempre la localizzazione accesa, cosa che di fatto ci dà la possibilità di tracciare la posizione o gli spostamenti di uno smartphone piuttosto facilmente.

Uno dei metodi più semplici in assoluto è quello dato da Google Maps.

Tracciare gli spostamenti su Google Maps

Quasi tutti i telefoni hanno al proprio interno l’app di Google Maps: proprio come il browser e l’icona per le chiamate, è talmente comune trovare il logo di Maps che ormai non ci facciamo più caso.

Magari l’abbiamo anche utilizzata alcune volte quando avevamo difficoltà a orientarci o semplicemente volevamo vedere la distanza tra una città e l’altra.

Ti potrebbe quindi sorprendere scoprire che Google Maps traccia in genere tutti gli spostamenti che il tuo smartphone ha effettuato. Per verificare se questo è vero è sufficiente aprire l’app e cliccare in alto a destra sulla tua foto. A questo punto puoi cliccare su “Spostamenti” e ti verranno spostati tutti gli spostamenti che hai fatto, giorno per giorno.

Se questa opzione è attiva, non solo puoi utilizzarla per ricordarti dove sei andato e quando lo hai fatto, ma anche per verificare gli spostamenti di una persona durante la giornata, se hai accesso al suo telefono.

Per questo è necessario fare attenzione, ma nonostante questo si tratta solo di un controllo a posteriori che richiede ogni volta di accedere al telefono bersaglio. Non può aiutarci se abbiamo smarrito il telefono o se vogliamo agire tempestivamente come nei casi sopra elencati.

Quindi, cosa possiamo fare?

Localizzare uno smartphone con mSpy

come localizzare un iphone di nascosto

La risposta a cui arrivano molte persone (poiché è l’unica che veramente funzione) è quella di utilizzare una delle cosiddette “App spia”.

In questo articolo parlerò in particolare di mSpy che ho potuto toccare con mano e che risulta essere alle prime posizioni nella maggior parte delle classifiche online dedicate a questi programmi.

mSpy, infatti, permette di geolocalizzare un dispositivo utilizzando il GPS integrato in tempo reale e direttamente dal proprio computer.

Dopo aver acquistato l’app e scelto il sistema operativo del telefono bersaglio, sarà necessario un primo accesso su questo smartphone così da installare l’app al suo interno.

Questo passaggio non è sicuramente un problema se quello che vogliamo fare è semplicemente localizzare il nostro smartphone o dei dispositivi aziendali, in quanto saranno sempre a nostra portata, ma potrebbe sembrare difficile da attuare per chi vuole controllare il proprio figlio o compagno.

Sebbene non consigli di usarlo in questo modo, il programma si installa velocemente in pochi minuti quindi chi lo sua in queste circostanze può semplicemente farsi prestare il telefono simulando la necessità di fare una telefonata.

Una volta installata, sarà possibile usare le diverse funzioni di localizzazione per sapere sempre dove si trova il telefono.

Localizzare il telefono e ricevere gli alert

Basta utilizzare una sola volta un’app spia come mSpy per capire immediatamente il motivo del loro successo. mSpy, infatti, non permette solo di localizzare in qualsiasi momento un telefono su cui è stata installata l’app, ma anche di creare delle vere e proprie “zone sicure”.

Come funzionano queste zone? È possibile creare delle zone su una mappa che consideri sicure e se il telefono si allontana da quella zona, riceverai una notifica in tempo reale da mSpy. Questo è l’ideale per evitare che il telefono ci venga rubato o per controllare il proprio figlio o fidanzato.

Infatti è possibile impostare come zona sicura la scuola o il posto di lavoro e ricevere quindi una notifica qualora il telefono in questione si dovesse allontanare, così da poter vedere in tempo reale i suoi spostamenti.

Ovviamente l’app offre molte altre funzioni oltre a questa, ma diciamo che questo è l’aspetto che ci interessa maggiormente parlando di localizzazione.

Sicurezza e tracciamento GPS

Nel parlare di un argomento di questo tipo, è bene dedicare un ultimo capitolo al tema della sicurezza. Come abbiamo visto in precedenza, ci possono essere diversi casi in cui una persona sviluppa la necessità di tracciare un telefono.

Vedere effettivamente quanto è facile tramite un’app come mSpy ottenere questo risultato potrebbe far nascere delle paure e nel peggiore dei casi delle paranoie in chi teme di essere tracciato, ma fortunatamente abbiamo metodi per evitare questo.

Sicuramente il modo ideale sarebbe l’evitare di lasciare il proprio iPhone o qualsiasi altro tipo di smartphone in giro alla mercé di un possibile ficcanaso. Anche l’app migliore del mondo ha la necessità di una prima installazione, quindi sicuramente è meglio evitare di prestare il proprio telefono ad altre persone, se non abbiamo la possibilità di tenere sott’occhio che cosa facciano con esso.

Ricordati sempre che bastano pochi minuti per installare mSpy e per questo motivo l’installazione può facilmente essere mascherata da telefonata.

Valuta il tracciamento di maps 

Come abbiamo detto in precedenza, il sistema che traccia gli spostamenti di Google Maps può essere molto comodo in diverse circostanze, ma se hai la seria paura che qualcuno possa utilizzarlo per vedere i tuoi spostamenti (magari collegandosi a un computer in cui hai effettuato l’accesso da Maps) puoi prendere in considerazione l’idea di disabilitare questa funzione o addirittura disinstallare Maps dal telefono (esistono altri navigatori come Waze).

Ogni utente in questo caso dovrà valutare per sé in quanto non è possibile creare una regola unica che risponda alle esigenze di tutte le persone, in base al fattore di rischio a cui pensa di essere esposto e l’utilizzo che fa di determinate app.

In conclusione

Il tracciamento è una funzione essenziale e può essere piegata a mille utilizzi diversi. Cerca di capire quando è il caso di utilizzarlo e tutela il tuo telefono installando prima un’app che ti possa aiutare, in quanto è troppo tardi farlo dopo lo smarrimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *