Se stai leggendo questo articolo probabilmente anche tu, come molte/i altre/i prima di te ti sei trovata/o nella medesima situazione: controllo il cellulare del mio fidanzato o no? L’orribile posizione del non sapere se puoi fidarti del tuo compagno o meno.

Sapere che purtroppo questa sta diventando la normalità per molte coppie può consolarti, come il sapere che oggi esistono dei metodi piuttosto efficaci per confermare i sentimenti del nostro amato nei nostri confronti.

Naturalmente l’opzione ideale sarebbe quella di avere una perfetta comunicazione con il proprio partner ma spesso è anche la soluzione meno applicata: come fai a parlare di un presunto tradimento proprio con colui che sospetti dell’atto? E se ti sbagliassi? Potresti ferirlo e dimostrare che non ti fidi di lui!

Purtroppo, spesso, se si arriva a cercare metodi alternativi è proprio perché la via della comunicazione ha fallito e per questo è necessario cercare un diverso approccio.

In questo approfondimento cercheremo di parlare di come possono nascere questi sospetti, di quali sono gli strumenti a nostra disposizione per poter dare un’occhiata al telefono del nostro compagno e se sia giusto farlo o meno.

Perché controllare il cellulare del fidanzato?

La risposta a questa domanda è piuttosto scontata: se si desidera controllare il cellulare del fidanzato, di solito lo facciamo perché sospettiamo che possa esserci un episodio di infedeltà in corso. Anche se non un vero e proprio tradimento, magari vogliamo semplicemente verificare che non stia flirtando in giro, se lo consideriamo capace di una cosa del genere.

Come nascono queste paure? Tranne le circostanze in cui si assiste a qualcosa di eclatante, una paura che spinge a cercare un modo su come controllare il cellulare del fidanzato cresce gradualmente.

Magari il proprio compagno comincia a rimanere fuori casa più tempo rispetto a prima con quelle che sembrano delle scuse da manuale: straordinari a lavoro, palestra, uscite con gli amici.

Se a questo aggiungiamo dei comportamenti sospetti con il telefono, allora il quadro comincia a delinearsi nella nostra mente.

A questo punto basta scoprire che ci ha mentito su una sua uscita (per qualsiasi motivo) per dare il colpo di grazia alle nostre speranze.

Nel 2021, purtroppo, è molto facile essere infedeli dato che è possibile farlo anche in modo puramente virtuale e sebbene tutte le motivazioni che abbiamo visto in precedenza potrebbero essere spiegate in altri modi, nel momento in cui nasce il sospetto è impossibile continuare con la vita di tutti i giorni facendo finta di niente.

Molte ragazze sono nella tua stessa situazione e, curiosamente, il cerchio di persone che vogliono utilizzare un metodo di controllo su un telefono è molto più ampio di quanto ci si aspetti.

Non solo fidanzati

Sebbene questo articolo sia dedicato a come controllare il cellulare a distanza del fidanzato, può essere interessante vedere velocemente in quali altri casi vengono usati i medesimi metodi di controllo, così da capire perché ospitano determinate funzioni e in che modo possono essere utili nel nostro caso.

Quando si parla di controllo del cellulare, solitamente si parla di tre categorie di utenti che fanno uso di sistemi di questo tipo: il primo è chiaramente quello composto dalle coppie in cui la fiducia tra i partner si è in qualche modo incrinata.

Il secondo gruppo di utenti è composta dai genitori: la comunicazione tra padre, madre e figlio è ancora peggiore rispetto a quella nelle coppie a causa del distacco generazionale e delle fasi di ribellione dei figli.

Per questo molte funzioni ideali per le coppie in crisi sono utilizzate anche per controllare che il proprio figlio non faccia delle scelte sbagliate o non si metta in pericolo in qualche modo.

Il terzo gruppo è composto dai datori di lavoro: no, non immaginare un capo viscido e curioso, quanto piuttosto il proprietario di un’azienda che dà in dotazione dei dispositivi aziendali e vuole assicurarsi che questi vengano utilizzati nel modo corretto, per non vedere la propria compagnia danneggiata nel processo.

Queste tre macro-categorie hanno di fatto plasmato i metodi di controllo, in cui troveremo funzioni che rispondono alle esigenze di ognuno di questi utenti.

Come pedinare il proprio fidanzato?

Chi ha visto How I Met Your Mother (Alla fine arriva mamma) ricorderà la divertente scena in cui il personaggio di Lily cerca di pedinare la sospetta amante di Marshall camuffandosi. Ovviamente il tentativo non va a buon fine in quanto si tratta di una sitcom, ma rappresenta abbastanza fedelmente quanto potrebbe essere difficile dedicarsi a un pedinamento tradizionale.

Per fortuna nel 2021 non è necessario indossare un cappello, degli occhiali da sole e nascondersi dietro l’angolo della strada per pedinare il proprio fidanzato, in quanto esistono metodi più efficaci di altri.

Uno di questo è dato dalla presenza del sistema GPS sul telefono del fidanzato. Se un tempo questo veniva abilitato solo quando usavamo un navigatore, infatti, oggi il GPS è quasi sempre attivo poiché utilizzato da numerose app.

Potresti non sapere che Google Maps, se installato sul telefono, tende a tenere traccia di tutti gli spostamenti durante la giornata ed è possibile controllarli semplicemente accedendo all’app del tuo fidanzato.

Purtroppo, questo metodo, sebbene possa tornare utile di tanto in tanto, non è l’ideale per diversi punti di vista.

Innanzitutto, non ti permette un controllo in tempo reale, quindi non ti sarà dato sapere dove è stato il tuo ragazzo durante la giornata se non alla fine di essa. Inoltre, dovrai accedere al suo cellulare ogni volta per controllarlo, e una persona che tradisce (o una presunta tale) tenderà a essere molto possessiva del proprio dispositivo.

C’è anche da aggiungere che solitamente controllare solo la posizione non è sufficiente per avere le risposte che cerchiamo e molto spesso abbiamo bisogno di un accesso maggiore al dispositivo.

Infine, il tuo fidanzato potrebbe semplicemente disattivare questa funzione, rendendo inutile tutto il discorso.

Per questo motivo sempre più ragazze si affidano a delle app dedicate per controllare il cellulare del fidanzato.

mSpy: come controllare il cellulare del fidanzato

La risposta ideale per controllare il cellulare del fidanzato è utilizzare una di quelle cosiddette app-spia. Ce ne sono diverse in mercato, ognuna dotata di differenti funzioni, ma tra le più accreditate abbiamo notato spuntare spesso il nome di mSpy.

La popolarità di questa app è facilmente spiegabile: grazie al suo vasto palco di funzioni, mSpy può essere facilmente utilizzata da ognuna delle categorie che abbiamo visto in precedenza.

Fortunatamente per il nostro caso, queste funzioni si rivelano essere l’ideale per beccare un potenziale fidanzato fedifrago (e le vedremo in seguito).

Ma come funziona di preciso mSpy? Dopo l’acquisto (sarà possibile scegliere sia il pacchetto di funzioni che desideriamo sia il sistema operativo dello smartphone del nostro bersaglio) non dovremo far altro che accedere al cellulare che vogliamo controllare e installare l’app al suo interno.

Questa non facilmente rilevabile e bastano pochi minuti per completare l’installazione. Sarà quindi sufficiente ritrovarci tra le mani il telefono per il tempo di una telefonata e avremo già raggiunto il nostro obiettivo.

Dopo l’installazione, infatti, è possibile accedere al telefono bersaglio da remoto (da computer ad esempio) e sfruttare le numerose funzioni di cui è dotata l’app per avere la conferma dei nostri dubbi.

Prima però di vedere le funzioni dell’applicazione mSpy è doveroso fare due precisazioni.

Controllare il cellulare della fidanzata

Sebbene fino a questo momento abbiamo preso come caso studio quello in cui è il ragazzo a essere infedele nei confronti di una ragazza, purtroppo il problema di un potenziale tradimento non è esclusivo di questo generi di rapporti.

Il traditore può essere allo stesso tempo una ragazza nei confronti di un uomo o di una donna: purtroppo non c’è tipo di relazione sentimentale che si salvi da questo potenziale rischio.

Ci teniamo quindi a essere inclusivi e a mostrare comprensione anche verso le persone che potrebbero non essersi rispecchiate nei generi utilizzati fino a questo momento e che stanno magari cercando un’app per il controllo del cellulare della fidanzata.

La fortuna è che spesso, sebbene un potenziale tradimento si manifesti in modi diversi in base al tipo di persona che tradisce, l’applicazione mSpy permette di verificarne la colpevolezza a prescindere dal suo genere.

Ma prima di farlo e di sfruttare le numerose funzioni, è bene riflettere un attimo.

È lecito il controllo del cellulare del ragazzo

Chiaramente ci troviamo in una zona grigia della moralità e della legalità. Come abbiamo detto in precedenza, lo scopo principale e ideale in ogni relazione sarebbe quello di poter godere di una perfetta comunicazione che non ci costringa a optare per delle soluzioni alternative.

Se però abbiamo preso una scelta di questo tipo e abbiamo timore delle possibili conseguenze legali, il consiglio è naturalmente quello di rivolgersi a un esperto poiché non possiamo in un articolo di questo tipo dare consigli da un punto di vista legale.

Quali sono le funzioni di controllo? 

Arriviamo quindi a parlare delle funzioni comprese da mSpy che possono fare al caso nostro. Cominciamo parlando di quella legata alla posizione del “lestofante”. Come abbiamo detto in precedenza, infatti, non è solo Google Maps a utilizzare il GPS su uno smartphone, ma anche altre app… tra cui la stessa mSpy.

Questa applicazione porta al livello successivo il tracciamento satellitare, permettendoti di vedere in tempo reale dove si trova la posizione di un dato cellulare.

C’è di più: il tracciamento ti permette di creare delle zone sicure sulla mappa così da non dover fissare l’applicazione tutto il giorno. Se il cellulare controllato esce da questa zona sicura, riceverai una notifica che ti comunica lo spostamento.

In questo modo è possibile creare delle zone sicure a casa, a lavoro e in palestra (ad esempio) e ricevere una notifica quando il cellulare si trova in un’altra zona rispetto a quello che ci era stato detto.

Ovviamente, però, questa è solo la punta dell’iceberg delle funzioni offerte da mSpy.

Controllare un cellulare: telefonate e messaggi

Quando si parla di un potenziale tradimento non c’è prova migliore di intercettare una telefonata o di leggere dei messaggi incriminanti. Sebbene un tempo fosse necessario essere della CIA per poter fare un controllo così certosino, oggi è sufficiente mSpy.

L’applicazione permette di controllare il cellulare a tutto tondo, con la possibilità addirittura di bloccare determinate telefonate o siti durante la navigazione, oltre chiaramente la possibilità di controllare i messaggi anche su tutte le applicazioni di messaggistica come ad esempio WhatsApp.

A meno che il tuo compagno o la tua compagna non stia utilizzando dei piccioni viaggiatori per comunicare con l’amante, utilizzando un’app di questo tipo avrai sicuramente le risposte che stavi cercando, nel bene e nel male.

In conclusione

Quando un’app come mSpy ti dà un controllo pressoché completo su un altro cellulare, è facile abusare di questo potere. Ricorda cosa dicevano in Spiderman: “Da grandi poteri derivano grandi responsabilità”, ancor di più se stiamo parlando di una coppia.

Molto spesso il sospetto di un potenziale tradimento è legato a esperienze passate con altre relazioni più che al comportamento dello stesso fidanzato, per questo è bene chiedersi se sia veramente il caso di utilizzare un metodo di questo tipo e smettere di utilizzarlo qualora i sospetti che avevamo vengano chiariti con un primo periodo di controllo.

Qualsiasi sia la tua scelta e le tue azioni, ti auguro di trovare la verità nella tua relazione poiché non c’è cosa peggiore di non potersi fidare del proprio compagno in una relazione sentimentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *